The Straps For Omega Speedmaster Moonwatch

Omega Speedmaster Moonwatch


L’Omega Speedamster Moonwatch è sicuramente tra i cronografi più apprezzati tra tutti gli appassionati ed una delle cose che più caratterizza quest’orologio è la capacità di legarsi con tantissimi cinturini. Infatti la community che ruota attorno a questo cronografo è molto legata all’abbinamento con qualsiasi tipo di cinturino. Più di qualsiasi altro orologio al mondo, infatti, il Moonwatch riceve questi tipici cambi “d’abito”.
Questa rubrica si basa proprio sul selezionare quelli che possono essere i colori migliori e i materiali giusti da abbinare ai nostri orologi ed oggi parliamo del fantastico Moonwatch.

Ma parliamo di storia!

L’Omega Speedmaster nasce nel 1957 insieme ad altri due orologi, il Railmaster ed il Seamaster, formando la trilogia che tutt’ora caratterizza Omega. Il cronografo era equipaggiato da un ottimo calibro, proveniente da Lemania, compagnia di proprietà Omega. Da subito lo Speedmaster ebbe un grandissimo successo per via della scala tachimetrica esterna che donava un look molto aggressivo e dinamico. Tanti professionisti compravano lo Speed perchè era davvero uno strumento ben fatto, affidabile e molto preciso. Nel 1962, due americani decidono di comprare due Speedmaster: uno era Walter Schirra e l’altro era Gordon Cooper, due degli astronauti scelti dalla Nasa per il progetto della conquista spaziale. Come sappiamo la Nasa utilizzò lo Speedmaster come orologio da fornire ai propri astronauti ma all’epoca “Warry” e “Gordo” acquistarono i due orologi come privati, era proprio destino che diventasse l’orologio della Nasa!

Successivamente ai test del 1964, la Nasa scelse lo Speedmaster come orologio ufficiale per le missioni spaziali, passando diversi test e collaudi estremi. A quei test parteciparono anche calibri come il Valjoux72 con Rolex o il leggendario 13ZN di Longines ma niente potè fermare la corsa dello Speedmaster. Nel 1968, ci fu il cambio di movimento, dal 321, si passò al 861, calibro che resterà ad animare il Moon fino al 1997.

Se oggi lo chiamiamo ”Moonwatch” è perchè il 21 Luglio del 1969 con la missione Apollo 11, sul polso dei tre famosi astronauti ( Collins, Aldrin, Armstrong) c’era lo Speedmaster. Da dopo il ’69, più precisamente con gli Scritta Dritta ( prodotti dal ’70 fino al ’73 circa) avremo i primi fondelli con le famose scritte in merito all’allunaggio:

THE FIRST WATCH WORN ON THE MOON

Una delle cose che mi ha sempre colpito del Moonwatch è che sta bene con qualsiasi cinturino e con questa sua particolarità può essere sfruttato in ogni contesto!

THE STRAPS

Ho selezionato diversi cinturini da abbinare al Moonwatch ma la mia scelta è sempre molto semplice, direi pulita. Amo poter indossare un orologio in tutti i contesti e cerco sempre l’abbinamento giusto con ogni tipo di situazione e outfit. In linea generale utilizzo cinturini che possano stare bene un po’ su tutto, in modo tale da non aver mai problemi di colori o doversi pentire del cinturino scelto.

Una cosa che mi piace fare quando scelgo vestiti e abbigliamento è immaginarmi puoi il tipo di orologio e, in questo caso, se parliamo di Moon, al tipo di cinturino.. in quanto viene definito ‘Straps Killer’ o ‘Straps Monster’ ( per le sue grandi dodi di abbinamento con ogni tipo di cinturino)!

Parto col parlavi del bracciale in acciaio che secondo me è sempre un ottima alternativa e tutto sommato non sbagliate mai. Eppure non è tutto acciaio quello che luccica perchè secondo me ci sono dei difetti che rendono il bracciale un pò scomodo e facile da sostituire. Il primo difetto è nella chiusura: poche micro regolazioni. Inutile dire che ogni volta che un orologio ha poche regolazioni, la mia misura non c’è mai. Amo indossare gli orologi belli aderenti e con il bracciale Omega mi ritrovo o con un orologio troppo stretto o troppo largo. Il secondo difetto, che se avete un polso medio come il mio non è tanto invadente è la maglia finale. Ritroviamo i terminali del bracciale, la parte che si collega con la cassa, che allunga di tanto la distanza da ansa ad ansa. Senza bracciale il L2L è di appena 48mm e rende il Moon un orologio comodo e perfetto ma con il suo bracciale arriviamo a 52mm. Essendo ancheabbastanza dritti, rovinano tutto il disegno della fantastica cassa dello Speedmaster. Nonostante ciò, se avete un polso medio grande, il bracciale in acciaio è comunque molto valido e robusto, tra i migliori in questa fascia di prezzo.

Il primo vero cinturino di oggi è un cinturino nero in vera pelle, trapuntato e semi bordato. Presenta una finitura lucida che gli permette di avere quel tocco in più di serietà che abbinato al colore nero rende l’orologio perfetto per tutti i contesti. E’ probabilmente il mio preferito in tutta la selezione perché dona un tocco di eleganza ma allo stesso tempo l’orologio resta sportivo senza però azzardare o strafare.
Non amo particolarmente il cinturino in coccodrillo (anche se Omega vende il Moon proprio in configurazione col coccodrillo) perchè, a mio giudizio, cozza un po’ con lo stile sportiveggiante che il Moon ha e deve mantenere. La particolarità di questo cinturino è a contatto con la nostra pelle dove ritroviamo una zona traforata che aiuta la traspirazione della pelle nei mesi più caldi. Rappresenta proprio il mio gusto ed è la mia scelta numero uno.

Il secondo cinturino è sempre molto classico ma vedrete.. tutti i cinturini da me proposti sul Moon sono molto semplici ed eleganti. In questo caso parliamo di un cinturino in montone lavato in colorazione cognac. La morbidezza di questo cinturino è davvero strepitosa, non ho mai provato, soprattutto considerando il prezzo, un cinturino così comodo e profumato. Con il Moon poi ci va a nozze, gli dona un tocco di classe che non guasta mai, un bel colore per staccare dal nero di ghiera e quadrante e perfetto con vestiti dai colori autunnali come il verde militare, blu scuro o grigio.

Il terzo cinturino è un cinturino di WatchGecko e che non ho più ritrovato sul loro sito, l’acquistai diversi anni fa e tutt’ora lo reputo uno dei cinturini più belli nella mia sezione di cinturini. E’ un cinturino in una tonalità quasi sabbia, un color molto chiaro, simile ai cinturini vintage anni ’50/’60 e dona proprio quel tocco di vintage all’orologio. In questo caso abbiamo un Moon trizio, ingiallito e che quindi si sposa benissimo coi colori del cinturino che riprende bene il colore della pasta luminescente. E’ molto sottile e rastremato il che lo rende davvero comodo e morbido.

In questo caso, invece, voglio proporvi qualcosa di sportivo ma non troppo invasivo. Cinturino in pelle di Cudù, un antilope che vive in Africa. Questa pelle è dura e resistente, perfetta per il Moon e il cinturino è abbastanza spesso.La fibbia è molto grande proprio per riprendere quello stile molto sportivo, in chiave Panerai. La colorazione da me scelta è grigia, la quale si abbina in maniera perfetta con il nero antracite del quadrante del Moon. Non amo le cuciture a contrasto ( penso si sia capito) e di fatto questo cinturino mi piace molto perché le cuciture che tengono insieme le parti sono dello stesso colore della pelle, rendendo così lo spezzone più pulito e semplice.

Come parlare di Moon e non parlare di cinturini nato. Il nuovo corredo Omega prevede proprio in omaggio un nato originale ma se si vuole acquistare a parte ha un prezzo davvero alto. Considerando il tipo di materiale utilizzato nel nato originale, se cerchiamo bene in rete, riusciamo ad arrivare ai cinturini seat belt. Seal belt significa cintura di sicurezza e difatti i nato in questione hanno la stessa trama e soprattutto hanno proprio la stessa lucentezza della cintura delle nostre automobili. In più questi cinturini sono molto più morbidi e comodi dei classici nato che invece, alcune volte, risultano scomodi e un po’ di basso livello, anche pagandoli parecchio. Ho selezionato due nato seat belt colorati perchè il classico nero, per me, spegne un po’ troppo l’orologio. Sabbia e verde militare, in modalità seat belt sono i migliori, danno colore senza essere invadenti o pacchiani. I nato sono perfetti per l’utilizzo un po’ più sportivo, un po’ più divertente e l’orologio risulta più comodo e leggero.

Spero che questa breve guida possa aiutarvi a trovare il cinturino perfetto per il vostro Moon in quanto, essendo l’orologio perfetto per ogni cinturino ( di solito è il contrario), è sempre molto difficile scegliere e capire cos’è meglio per noi.

Sul sito di https://www.gbcinturini.com utilizzando il codice ‘ PSQ10’ avrai un 10% di sconto sul tuo acquisto!

  1. Cinturino in pelle nera: https://www.gbcinturini.com/it/cinturini-classici/93-524-cinturino-classico-in-pelle-con-punta-classica.html#/10-colore-nero/16-misure-16_14
  2. Cinturino Cognac : https://www.gbcinturini.com/it/cinturini-classici/90-461-cinturino-in-pelle-di-montone-lavato.html#/4-colore-gold/19-misure-20_18
  3. Cinturino WatchGecko: https://www.watchgecko.com/radford-hand-stitched-top-grain-nubuck-leather-watch-strap
  4. Cinturino Kudu: https://www.gbcinturini.com/it/cinturini/134-1355-cinturino-modern-vintage-in-kudu-.html#/10-colore-nero/20-misure-22_20
  5. Cinturini Nato : https://amzn.to/3h16744

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.